I giovedì della Villa - Talk + concerto

Thursday 17 May ORE 18:00
Ore 18.00
Appels de pieds et coups de genoux: autour de Medusa, bijoux et tabous
Discussione tra Anne Dressen e David Douard, borsista dell’Accademia di Francia a Roma

Anne Dressen è curatrice presso il Museo d’Arte Moderna della città di Parigi. Le sue mostre e i suoi scritti interrogano le pratiche artistiche ufficiose o periferiche delle belle arti tradizionali, più specificamente nel settore del suono, del videoclip, della copia e della riproduzione, dell’artigianato, del decorativo, o del pornografico, come: “Off the Record” (2004), “Playback” (2007), “Sturtevant. The Razzle Dazzle of Thinking” (2010), “Seconde main” (2010), “La Demeure Joyeuse” (2012) e “Decorum. Tapis et tapisseries d’artistes” (2013), presentata anche al Power Station of Art di Shanghai (2014).
Anne Dressen è stata co-curatrice della retrospettiva di “Carol Rama” con il MACBA
di Barcellona, presentata in seguito a Espoo/ Helsinki (EMMA), Dublino (IMMA) e Torino (GAM) (2014-2015). La sua ultima esposizione, “MEDUSA, Bijoux et taboux” (2017) trattava il tema del gioiello come oggetto spesso descritto dal punto di vista dell’arte. Il suo prossimo progetto esplorerà la ceramica come arte utilitaria, decorativa, ma anche relazionale. Nel corso della sua conversazione con David Douard, affronteranno il concetto assolutamente contemporaneo di fluidità attraverso alcune pratiche e progetti specifici.

Ore 19.00
Tout ce qu’on peut faire en Italie / Tutto quello che non si può fare in Francia
Incontro con Inga Sempé, designer, invitata dalla borsista dell’Accademia di Francia a Roma Claire Lavabre

Inga Sempé è una designer francese nata a Parigi. Si è diplomata nel 1993 all’ENSCI (Scuola Nazionale Superiore della Creazione Industriale di Parigi). Ex-borsista dell’Accademia di Francia a Roma, dal 2000 al 2001, lavora come designer indipendente. Ha iniziato a collaborare con le società italiane Cappellini e Edra, e successivamente per altre società francesi, giaponesi e scandinave come Hay, Ligne Roset, Wästberg, Alessi, Luceplan, Mutina, Roros, Moustache, Svenskt Tenn, Gärnäs…Quest’anno, una retrospettiva le è stata dedicata alla Villa Noailles, dal titolo “Tutti frutti”, in occasione della dodicesima edizione del festival Design Parade. Inga Sempé presenterà il suo lavoro oltre agli studi preparatori realizzati da oltre quindici anni.

Ore 20.30.
Compositori della Casa de Velàzquez | Ensemble Orchestral Contemporain

L’ultimo appuntamento del Giovedì è dedicato alla musica contemporanea, e offre soprattutto l’occasione di conoscere il lavoro dei due giovani compositori Joan Magrané Figuera e Didier Rotella, residenti alla Casa de Velàzquez di Madrid e considerati tra le più belle promesse della scena internazionale. Diversissimi nella forma e nel percorso di sperimentazione, il lavoro dei due compositori trova un punto di incontro nella profonda influenza letteraria che sottende le loro creazioni: il poeta Jaume C. Pons per Figuera, la drammaturga Brigitte Athéa per Rotella.
Le opere dei due compositori - Faula e Ouverture pour la Dame rouge - arrivano a Villa Medici dopo la prima assoluta al Museo National Reina Sofía di Madrid, e la successiva tappa all’Auditorium Marcel Landowski di Parigi.
Due grandi nomi del repertorio completano il programma: Daniel D’Adamo (Abschluß, 2002) e Iannis Xenakis (Kaï, 1988).
L’esecuzione è affidata all'Ensemble Orchestral Contemporain, diretto dal maestro Daniel Kawka.
Attivo dal 1992, nel 2016 l'EOC ha ricevuto il titolo di National and International Radiation Ensemble (CERNI) dal Ministero della Cultura. È sovvenzionato dal Ministero della cultura e della comunicazione - Drac Auvergne-Rhône-Alpes, la Région Auvergne-Rhône-Alpes, il Départment de la Loire, la Ville de Saint-Étienne, Spedidam e Sacem.

Ensemble Orchestral Contemporain
Diretto da Daniel Kawka
— Iannis Xenakis, Kaï (1995)
— Daniel D’Adamo, Abschluss (2001)
— Joan Magragné Figuera, Faula (2018)
— Didier Rotella, Ouverture pour la Dame Rouge (2018)

Going

Wall